lunedì , 22 Aprile 2019
Ayrton Senna per sempre: a 23 anni dalla sua scomparsa, sempre nel cuore di tutti assieme a Roland Ratzenberger

Ayrton Senna per sempre: a 23 anni dalla sua scomparsa, sempre nel cuore di tutti assieme a Roland Ratzenberger

Sono passati 23 anni dalla scomparsa del pilota di Formula Uno più amato: Ayrton Senna Da Silva. Un tragica domenica durante il Gp di San Marino, il 1 maggio 1994 lo  ha  separato per sempre dall’amore dei suoi fans e dal suo amore per il motorsport.

 

Ogni anno, si ripete un lungo e triste e ricordo per coloro che hanno avuto di la fortuna di vedere in tv o dal vivo, e quindi di vivere assieme a lui, le gesta di uno dei più grandi piloti di Formula uno.

senna2

Gli eventi del 1 maggio 1994 , ma anche quelli delle incredibili gesta sportive anche nella vita privata di Ayrton Senna sono state ben sintetizzate nel film documentario di Asif Kapadia, (premio Oscar per Amy). Un’opera destinata alle generazioni future, a quelle che magari su Sky HD Formula Uno ascoltano i racconti Leo Turrini, o leggono avidamente libri e giornali sulla storia del  campione brasiliano.

Inutile in questo breve articolo ricordare il lungo elenco di vittorie, trionfi, di come anche durante la sua pur breve vita Ayrton si sia poi prodigato per aiutare i più sfortunati, a riprova che la sua fondazione  curata dai suoi familiari ancora oggi aiuta, in particolare in Brasile, i bambini più poveri nell’educazione e in tanti altri campi.

senna6

Quello che sinceramente vorremo invece che il lettore che si imbatterà in questa pagina, mettendo un fugace “mi piace” o condividendo grazie all’avvento di internet (che nel 1994 era ancora ben lontano dal divenire quello che oggi) e dei social Network,  è sottolineare come in tutto il mondo attraverso numerose pagine dedicate al campione migliaia di persone siano oggi collegate, discutano, si appassionano, i più giovani scoprono chi era Ayrton. Molte le ho personalmente conosciute nel ventennale celebrato con folla oceanica a San Marino il 1 maggio del 2014,  gente che proveniva da tutto il mondo e con piacere ricordo anche i genitori di Roland Ratzenberger, pilota scomparso il 30 aprile a cui è indissolubilmente legato il ricordo di Ayrton, che avrebbe voluto trionfare al Gp di San Marino sventolando una bandiera austriaca, che troveranno in seguito nascosta nella sua tuta.

senna7

Oggi probabilmente quello si celebra non deve essere un giorno triste, perchè Ayrton Senna, oltre alle sue gesta sportive è riuscito nell’impensabile opera di unire migliaia di persone di tutto il mondo, quelle che magari al loro primo viaggio in Brasile si prefiggono già di andare sulla sua Tomba a portare dei fiori,  quelli che non dimenticano mai i piloti che muoiono in tragici incidenti dal recente Julie Bianchi fino al giovanissimo  pilota di  appena dieci anni  morto guidando un kart sul circuito di Fernando Alonso. Gonzalo B. M., originario della provincia di Medina di Pomar (Burgos).

senna4

Un episodio che ha colpito Fernando che ha voluto apporre sul suo casco al Gp di Russia il suo ricordo e forse l’immediato ritiro e la faccia dello sconsolato Alonso era qualcosa che andava ben oltre la delusione. Il pilota come fece presenziando anche ad Imola nel ventennale di Senna ha ricordato come sia la passione che accende tutti i piloti, la stessa passione che porta migliaia di persone a seguire con intensità le gesta dei piloti, ad amarli, odiarli (se vincono al posto della Ferrari…) ma alla fin fine la grande forza del motorsport è propria questa unire tutto il mondo attorno ad una passione.

senna5

“La passione permette di sopportare amarezze e rinunce che l’ambizione non giustificherebbe in alcun modo”. Questo aforisma del grande Enzo Ferrari potrebbe sintetizzare tutto, aggiungo solo come nota personale che il regalo più grande che Ayrton ha fatto a tutti, non sono state le sue vittorie, ma il fatto che dopo 23 anni stiamo ancora parlando di lui perché gli volevano bene e perché  ha permesso a tante persone di poter condividere una passione che non potrà mai estinguersi e che continua ad unire il mondo mentre qualcuno cerca di erigere delle barriere. Se il dorato mondo della Formula Uno è ormai sceso da tempo compromessi per fare business, gli appassionati non lo faranno mai.

Acelera Ayrton !

senna3

About Roberto Leofrigio

Check Also

Alba Parietti

Non è la D’Urso: Alba Parietti ospite dopo le critiche a Barbara D’Urso

Alba Parietti ospite di Barbara D'Urso, dopo le critiche di un paio di anni fa. Ecco cosa aveva detto la show girl. | ANTICIPAZIONI LIVE - Non è la D'Urso.