Dopo aver toccato numerose piazze nazionali, Uno sbagliato, spettacolo ideato e interpretato da Edoardo Sylos Labini, arriva al Teatro Golden, animando il palcoscenico dal 24 ottobre al 19 novembre e decretando il debutto dell’artista romano sul palcoscenico di Via Taranto.

Per l’occasione, la sala teatrale verrà trasformata in un vero e proprio locale dove il pubblico potrà immedesimarsi in un simpatico quarantenne, un po’ folle ma dal bell’aspetto, con l’anima consumata dai troppi drink, intento a fuggire dalle proprie responsabilità. “Sono passati quasi 20 anni da quando ho interpretato Rum e Vodka dell’irlandese McPherson, portando la pièce teatrale nei locali notturni e nei pub dove davvero ambientata – afferma Edoardo Sylos Labini – Oggi, con lo spettacolo Uno Sbagliato, ripropongo sul
palcoscenico del Teatro Golden quel personaggio oramai 40enne, ironico e un po’ cinico, ma con lo stesso identico problema generazionale: la
fuga dalle proprie responsabilità
”. In scena un monologo tragicomico che racconta, in maniera sarcastica e tagliente, gli ultimi tre giorni di un uomo che, dopo aver preso le distanze da lavoro, moglie e figli, si accorge, nel buio della notte di una grande metropoli, che soltanto la famiglia in grado di dare il giusto senso alla sua vita. A raccontare uno spaccato della società contemporanea contribuiranno
anche le straordinarie voci delle cantanti Milla Sing e Alice Viglioglia, che dal bancone del locale/teatro daranno vita alla colonna sonora dello spettacolo, Lorenzo Felice Tassiello, al suo debutto, e i ragazzi della GoldenStar Academy. Dopo aver interpretato grandi personaggi del passato, Edoardo Sylos Labini si cimenta in una stand-up comedy, vestendo i panni di un uomo semplice, dei giorni nostri, che gira tra i tavoli del locale interagendo con gli avventori, brandendo boccali di birra e facendo ridere e piangere gli spettatori. In scena va l’umanità con le sue fragilità interpretata in chiave ironica e divertente.

Commenta su Facebook!

Francoise Rolles

View all posts

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *