Home / Game / Spy vs. Spy: Retrogame Mood

Spy vs. Spy: Retrogame Mood

Ogni trappola si può neutralizzare con l’opportuno oggetto ad esempio le forbici per tagliare la cordicella. Quando le due spie si trovano nella stessa stanza (come avviene all’inizio del gioco) la visuale diventa temporaneamente unica e gli avversari possono attaccarsi direttamente. Vengono rilasciati anche eventuali oggetti trasportati, in tal modo è possibile sottrarli all’avversario.

C07h2cZUAAADqVC.jpg-large

Le vite sono teoricamente illimitate, l’unico problema è la perdita di tempo e oggetti. Per orientarsi nell’ambasciata si dispone di una mappa, attivabile dal Trapulator, e di una specie di indicatore breadcrumb, sempre visibile, che indica con delle frecce gli ultimi spostamenti fatti. La complessità dell’ambasciata dipende dal livello di difficoltà scelto, può anche essere su più piani. La difficoltà si può selezionare all’inizio del gioco, così anche il livello dell’avversario comandato dal computer.

Il gioco ha inoltre avuto molto seguiti. Simili nella struttura di base, furono Spy vs. Spy: The Island Caper (1985) e Spy vs. Spy: Arctic Antics (1986). I primi due titoli vennero ripubblicati insieme nella raccolta Spy Vs. Spy: Volumes I & II (Avantage, 1986) e tutti e tre nella raccolta Spy vs. Spy Trilogy (Databyte, 1988). Dei remake ufficiali di Spy vs. Spy uscirono nel 1999 per Game Boy Color e nel 2012 per iOS, quest’ultimo comprensivo anche di una versione graficamente fedele all’originale. Un altro Spy vs. Spy, molto differente, uscì per ultimo nel 2005 per Xbox e PlayStation 2.

vBO0Z1

Volete giocare al gioco? Cliccate qui! Lasciate un like su Facebook a Talky! Life e News from Mars!

About Michael Camisa

Check Also

All Work All Play: quando i videogiochi diventano un lavoro

La scena si apre con la telecamera che segue un uomo. L’aria è carica di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *